Auto. Cintura di sicurezza: come usarle in gravidanza

Quante volte vi siete poste il problema se indossare o meno la cintura di sicurezza quando la pancia comincia a crescere?  La paura che l’utilizzo della cintura possa comportare dei danni al feto, rappresenta una motivazione comune per non usarla. Ma questo è una convinzione non fondata!

La cintura di sicurezza deve essere indossata. E nel modo giusto, per evitare conseguenze drammatiche alla mamma e al bimbo che porta in grembo.

Cinture di sicurezza, non dimenticate di indossarle!

Molte donne hanno paura di indossare in auto la cintura di sicurezza. Le vivono come un intralcio e temono che possono mettere a rischio la sicurezza del proprio bambino.

Questa convinzione non è fondata. Non vi sono studi scientifici che lo dimostrano. CI sono invece tante ricerche che dimostrano il contrario. Ricerche rendono evidente che, in caso di incidente, il rischio di traumi o di morte sia per la madre che per il bambino è molto più elevato se la madre non indossa la cintura di sicurezza.

In Gran Bretagna, studi hanno rilevato che anche in gravidanza, se non si utilizzano le cinture di sicurezza, aumenta il rischio di essere proiettati fuori dal veicolo e la mortalità materna in caso di gravi incidenti stradali passa dal 4% a 33%!

Ciò significa che comunque una cintura di sicurezza, correttamente indossata, è in grado di ridurre sia la mortalità materna che fetale.

COME INDOSSARE LA CINTURA DI SICUREZZA IN GRAVIDANZA?

Tutte le donne dovrebbero essere informate, fin dall’inizio della gravidanza, sul corretto uso delle cinture di sicurezza.

Più in basso del pancione, mai sopra!

La migliore protezione infatti è offerta quando la cintura è indossata con la parte orizzontale che passa sotto la pancia e la parte trasversale che partendo dalla spalla passa attraverso il petto, in mezzo al seno.

Si devono utilizzare cinture di sicurezza a tre punti. Il nastro orizzontale deve essere posto più in basso possibile, sotto l’addome. Mentre il nastro diagonale deve essere posto al di sopra dell’addome, facendolo passare tra i seni. La cintura può essere regolata così da risultare confortevole ed evitare che il meccanismo di blocco scatti senza motivo.

         dal sito www.saperidoc.it

 

LA LEGGE COSA DICE?

La normativa vigente in merito, risalente al 4 agosto 1989, legge n. 284, è abbastanza perentoria (per scaricare la legge, clicca qui).

L’esenzione per le donne in stato di gravidanza è ammissibile sono sulla base di certificazione rilasciata dal proprio ginecologo che comprovi condizioni di rischio. E giustifichino il non utilizzo delle cinture di sicurezza in auto. Non sono dunque ammesse decisioni discrezionali, né una certa elasticità. Anzi, l’uso della cintura è ritenuto ancor più necessario vista la particolare situazione della donna in stato interessante. A supporto di questa interpretazione vi è l’assoluta limitatezza delle cosiddette condizioni di rischio, la cui individuazione è riconducibile alla responsabilità esclusiva del medico ed al suo insindacabile giudizio, di cui risponde personalmente per eventuali prescrizioni avventate.

 

Per approfondire, consigliamo di leggere articolo del sito saperi.doc “Cinture di sicurezza in gravidanza” (clicca qui)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.